Il trasporto marittimo è tra i sistemi di spedizione di merci e materie prime più utilizzati, soprattutto sulle lunghe distanze: scopriamo perché, esaminandone le tipologie, i costi, i vantaggi ed i limiti, per concludere elencando le situazioni in cui esso risulta il più conveniente.

Trasporti via mare: le tipologie

Ci sono diverse soluzioni per spedire via mare, ognuna con i propri vantaggi e i propri svantaggi, che la rendono più adatta a un tipo di trasporto piuttosto che a un altro.

Un’ulteriore distinzione è quella tra i diversi tipi di container da utilizzare per trasportare la merce.

Trasporto merci via mare in FCL, LCL o con nolo marittimo nave

In base al tipo di merce e, soprattutto, alla sua quantità, il cliente può scegliere tra:

  • FCL (carichi a regime completo): la merce occupa un intero container che, quindi, viaggia in modo autonomo sulla nave. Il costo, in termini assoluti, sarà più elevato ma, se la quantità di merce è adeguata, la convenienza sarà lampante e i vantaggi, in termini di rapidità e sicurezza, saranno notevoli
  • LCL (carichi a regime groupage): ideali per quantità di merci ben lontane dal poter riempire un container. In questi casi la merce viene accorpata, insieme a quella di altri clienti: una soluzione, questa, che consente di abbattere i costi, ma che espone anche a possibili rallentamenti, in quanto la partenza è possibile solo una volta caricata tutta la merce necessaria a riempire il container
  • Nolo marittimo: molto meno utilizzato delle altre soluzioni, il nolo prevede un noleggio completo dell’imbarcazione per un trasporto dedicato. È evidente come si tratti di una soluzione alla portata esclusiva di grandi aziende clienti.

Spedizione container via mare: quale imballaggio scegliere?

A seconda del tipo di merce da spedire, verrà scelto un tipo di container diverso. Ecco i principali:

  • Container standard ISO: larghi 438, alti 2.591mm e lunghi 6.058mm
  • Container box: con misure esterne pari a LxWxH (mm) 12.192×2.438×2.591
  • High cube: con misure esterne pari a LxWxH (mm) 12.192×2.438×2.896
  • Flat rack: ideali per trasportare merci con dimensioni particolari, sono disponibili in versione piattaforma (solo pavimento) o flat (con pavimento e sponde sui lati corti)
  • Open top: caratterizzati da un tetto aperto, coperto solo da un telone
  • Reefer: container frigo a temperatura controllata.

Spedizioni marittime internazionali: i vantaggi

Il trasporto via mare è uno dei più antichi ma, in molti casi, resta ancora il più conveniente. I principali vantaggi di questo tipo di trasporto sono:

  • Possibilità di spedire merci di grandi dimensioni o in grande quantità
  • Possibilità di spedire anche merci pericolose, come i carburanti
  • Possibilità di raggiungere destinazioni molto lontane
  • Presenza di minori vincoli e pratiche burocratiche richieste, rispetto ad altri mezzi di trasporto
  • Maggiore economicità a parità di altre condizioni.

Spedizioni internazionali via mare: gli svantaggi

A fronte di grandi vantaggi esistono anche alcuni limiti da tenere in considerazione quando si valuta l’opportunità di un trasporto via mare. Ecco i principali:

  • I tempi di trasporto sono più lunghi
  • Le condizioni meteo possono complicare i trasporti
  • La necessità di una fase aggiuntiva di trasporto, per recapitare la merce dal porto commerciale alla destinazione effettiva.

Cosa incide sul prezzo dei trasporti internazionali via mare

Il costo di una spedizione marittima dipende da molti fattori. Il primo fra tutti è rappresentato dalla quantità e dalla qualità del carico di merce: più è ingombrante e più costerà. Ma anche le caratteristiche della merce possono incidere: basti pensare a trasporti ad alto rischio o particolarmente delicati.

La lunghezza della tratta è un altro fattore che contribuisce a determinare il costo della spedizione, così come i dazi doganali ed eventuali servizi aggiuntivi.

I servizi aggiuntivi degli spedizionieri che incidono sui trasporti marittimi

I servizi aggiuntivi che possono essere eventualmente richiesti, incidendo sul costo finale sono principalmente:

  • Servizi speciali legati al tipo di merce
  • Trasporti aggiuntivi (su gomma o rotaia) per raggiungere la destinazione finale dal porto
  • I premi di polizze assicurative, che, per certi tipi di merce, risultano quasi inevitabili.

Spedire via mare: quando e a chi conviene

Alla luce di quanto descritto, appare chiaro come i trasporti marittimi possano risultare un’opzione vantaggiosa in certe situazioni, mentre, in altre, può essere preferibile scegliere il trasporto aereo, ferroviario o su gomma.

Inutile puntualizzare che, per certe destinazioni, la scelta si riduce alle sole opzioni aeree o navali ed è proprio questa scelta che, spesso, richiede delle considerazioni approfondite.

Sintetizzando, possiamo affermare che se la tratta è molto lunga e il carico è di una certa entità, in genere, il trasporto via nave è la scelta più conveniente dal punto di vista economico, ma, se sussistono situazioni di particolare emergenza, è meglio preferire altre soluzioni che, seppur più costose, garantiranno l’arrivo della merce nei tempi richiesti.

Se vuoi avere la sicurezza di poter contare su uno spedizioniere in grado di offrirti le migliori condizioni, in base alle tue esigenze specifiche, e che sa trovare soluzioni anche per tutte quelle spedizioni che gli altri considerano impossibili, contattaci e richiedi un preventivo! 

011 0881083