Il Trasporto a Carico Completo è anche Amico dell’Ambiente

Una tratta di trasporto ben organizzata ti aiuta a risparmiare e inquinare meno.

Quando si parla di rispetto dell’ambiente e riduzione dell’inquinamento una delle reazioni più comuni è questa: “Beh, ma io non ho tempo di fare volontariato e impegnarmi in cause ambientali, cosa volete che faccia?”.

Se tutti ragionassero così avremmo un mondo ancora più inquinato di quello attuale. La risposta giusta è che se ognuno, nel suo piccolo, facesse la sua parte, sarebbe molto semplice risparmiare e inquinare meno

il trasporto a carico completo è amico dell'ambiente

il trasporto a carico completo è amico dell’ambiente

rendendo l’ambiente in cui viviamo ancora più accogliente.

Siamo degli spreconi.
Pensate a piccole cose che fate tutti i giorni: con questo caldo ad esempio nessuno ci può impedire di fare una doccia di due ore. Eppure lo sapete che l’acqua è una risorsa importantissima che non va sprecata? Per risparmiarla basterebbe diminuire il tempo che passiamo sotto il getto d’acqua.

Altri esempi? Quanti detersivi, tubetti di dentifricio, scatolette di alimenti utilizziamo in un anno? Anche se non sapete la risposta, la quantità è davvero enorme e influisce negativamente sulla sostenibilità ambientale, aumentare i consumi equivale spesso ad aumentare i rifiuti con conseguente aumento della spesa globale e dell’inquinamento. Basterebbe prendere in considerazione delle “ricariche” così da abbattere gli sprechi.

Un’altra cosa da non sottovalutare sono i chilometri che ogni anno percorriamo in auto o con altri mezzi, per esempio anche solo quelli che facciamo per recarci da casa al lavoro. Spesso infatti, il luogo di lavoro non si trova vicino a casa e ci vediamo quindi costretti a prendere l’automobile per spostarci.

Inquinamento a ruota libera.
Utilizzare la propria auto è un gesto normale e spesso sottovalutiamo quale sia l’impatto di questa azione sull’ecosistema.
accendendo la macchina iniziamo a immettere nell’aria CO2
i pneumatici correndo sull’asfalto si usurano anche impercettibilmente e liberano nell’aria polveri sottili
– più km percorriamo più abbiamo bisogno di carburante che deve essere estratto e lavorato con ulteriori conseguenze sull’ambiente.

Il tutto, moltiplicato per milioni di mezzi che ogni giorno percorrono strade, autostrade, statali, mari, cieli, dà vita a un enorme numero di emissioni pericolose che determinano un pericolosissimo aumento dell’inquinamento, a un incremento delle spese fatte per salvaguardare lo stesso, a un forte stress dovuto al traffico, al rumore, agli incidenti.

Come si può fare per inquinare meno?
Per esempio chi utilizza l’auto per andare al lavoro potrebbe prima informarsi e capire se altre persone, come lui, percorrono ogni giorno la stessa tratta per andare al lavoro. Perché?

Perché così più individui potrebbero dividere la stessa automobile, magari a turno, facendo sì che:

– avremmo meno mezzi su strada con conseguente diminuzione di traffico, stress, inquinamento
– ridurremmo i consumi
– ripartiremmo le spese tra più individui abbattendo i costi

Semplice no?

E chi per lavoro deve viaggiare come può fare?
Certo, semplice per chi si limita ad andare da casa in ufficio ma se uno di professione fa l’autotrasportatore come può fare la sua piccola parte e dare un significativo contributo alla salvaguardia dell’ambiente? Per esempio riducendo gli sprechi dovuti ai km percorsi a vuoto.

Facciamo l’esempio di un trasportatore che percorra tratte internazionali con il suo bilico.
Chi fa questo lavoro si trova spesso costretto a percorrere decine o centinaia di km a vuoto perché, per esempio, trova un carico per ottimizzare il ritorno alla base ma questo è distante quindi vi si deve recare col mezzo vuoto, quindi “improduttivo”.

Le conseguenze?
– spostandosi sia il motore che le gomme producono emissioni
– si consuma carburante

Insomma, questi km a vuoto sono un bel problema per l’ambiente (oltre che per le tasche).

Esiste un modo per ridurli?
Certamente, il metodo si chiama Twin Route ed è un sistema messo a punto da SI Express unico nel suo genere.

Twin Route si basa su un avanzato software che permette ai trasportatori di scoprire un gran numero di aziende caricatrici in grado di affidargli carichi completi ripetitivi, così da trovare sempre quella più vicina a loro che abbia i carichi ideali per i ritorni.

In poche parole, incrocia le necessità (e le tratte utili) di trasportatori e caricatori che, sapendo sempre chi è il professionista più vicino in grado di soddisfare le rispettive esigenze, si scoprono molto più vicini.

Questa associazione di rotte abituali, non solo garantisce dei ritorni (e degli spostamenti) non a vuoto ma riduce o addirittura elimina del tutto i fastidiosi km a vuoto facendo in modo che anche l’inquinamento e i consumi dimuniscano.

Da oggi, grazie a Twin Route, anche un trasportatore può dare il suo contributo alla tutela e al rispetto dell’ambiente. Inizia a fare la tua parte.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *