Cosa è Davvero Importante per un Professionista del Trasporto Urgente

Errori comuni e scelte fondamentali nel lavoro del “padroncino”.

La professione del trasportatore è un lavoro difficile, proprio per questo è meglio sapere come evitare di commettere errori e a chi rivolgersi per fare la scelta giusta rendendo il lavoro molto più snello e piacevole (oltre che remunerativo).

Chi sceglie di lavorare come padroncino può scegliere di lavorare in modi diversi,
facciamo alcuni esempi:

può decidere di farlo in totale autonomia, cercando e trovando clienti propri, gestendo la propria contabilità, i propri viaggi, le proprie spese, i propri tempi.

può decidere di collaborare con un’azienda, meglio se solida finanziariamente e strutturata che si prenda cura di lui e della gestione del suo lavoro.

Professionista del Trasporto Urgente

Professionista del Trasporto Urgente

Nel primo caso, il padroncino acquista un furgone e inizia a pensare a una carriera
fatta di viaggi e guadagni facili.
Lui pensa che basti trovare qualche cliente e saper guidare. Ma forse c’è un piccolo errore, bisogna considerare infatti altre questioni molto importanti.

Una di queste è che i clienti non sono facili da trovare, infatti la ricerca, soprattutto in questo
difficile periodo, comporta un grande impegno e un impiego di tempo non indifferente.


In secondo luogo, i clienti vanno gestiti al meglio. Il padroncino deve infatti iniziare anche a pensare e agire come un “ragioniere”.
Deve tenere traccia di tutto quello che fa, delle variazioni sul percorso, delle prestazioni chieste all’ultimo minuto per ricordarsi di inserirle nella propria fattura.

Cosa succede per esempio nel caso in cui un padroncino si dimentichi di inserire un dato in fattura?
Dovrà fare correzioni, avvertire la contabilità dei propri clienti che potrebbe, a sua volta non aver tenuto traccia di questi servizi extra.
Allora potrebbe iniziare una contestazione ed emergerebbero i primi problemi, i primi attriti che potrebbero mettere fine a una collaborazione.

Altro esempio? Il padroncino si è sbagliato e, preso da altri pensieri, dichiara in fattura di aver fatto solo 9 viaggi per un determinato cliente invece di 10.
E’ una perdita secca che potrebbe vanificare i profitti degli altri 9 trasporti e sarà difficile che
l’amministrazione del cliente ricordi al padroncino il viaggio dimenticato.

A questo vanno sommati: il dover controllare lo stato dei pagamenti e il sollecitarli, il curare il
rapporto con le banche e con il commercialista, il tenere conto dei km percorsi, le varianti in corso d’opera, le attese al carico e scarico.

Insomma, prima di intraprendere questa carriera bisogna capire che bisognerà pensare davvero a “guidare tranquilli e basta” non facendosi carico di certe problematiche.
Il padroncino deve fare i conti col fatto che, spesso, non riuscirà da solo a svolgere le funzioni di autista, commerciale, operativo, contabile.

Per essere più professionale, per non fare un lavoro “come lo fanno tutti” e migliorare la propria situazione professionale (e finanziaria) , è sicuramente meglio fare affidamento su una struttura che dia supporto.

Come?

Permettendo al trasportatore di fare solo il suo lavoro al meglio, senza improvvisazione e stress.

E l’alternativa qual è?
Il padroncino può scegliere di lavorare con un’agenzia (leggi qui il report completo su SI Express).
Vediamo cosa cambia rispetto alla scelta precedente:

L’agenzia…

(leggi l’articolo sugli errori da evitare nella scelta dell’agenzia)

– se scelta bene, trova già i clienti per il padroncino sollevandolo dallo stress della continua ricerca di lavoro.
tiene conto, per il padroncino, di tutti i dati, di tutte le varianti fatte sui viaggi, delle prestazioni, del numero di viaggi e li inserisce in una “prefattura” che poi l’autista dovrà solo trasferire sulla propria fattura.
si occupa degli aspetti amministrativi ed economici, insomma di tutta la burocrazia legata al
lavoro del trasportatore.
supporta il professionista facendo in modo che eventuali ritardi di pagamento o addirittura
fallimenti dei clienti non abbiano ripercussioni sul padroncino.

In conclusione

Per lavorare da professionista del trasporto urgente con furgoni, è bene selezionare e affidarsi a un partner solido, con lunga esperienza e con grandi clienti in portafoglio.

Una struttura in grado di eliminare lo stress, di gestire le tue necessità e i problemi legati ai clienti diretti. Così che tu possa davvero pensare solo a guidare e ad essere puntuale.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *